CIG E MOBILITA’ IN DEROGA 2013: NUOVE LINEE GUIDA

 

Con la DGR 207 del 25 marzo 2013 sono state pubblicate le nuove linee guida per gli ammortizzatori sociali in deroga. Le principali modifiche, che troveranno applicazione per tutte le richieste inviate a partire dal 15 aprile, sono le seguenti:

  • E’ stato eliminato il meccanismo di certificazione dell’utilizzo d’almeno il 50% delle ore richieste nelle precedenti domande.

  • Le aziende devono inviare a mezzo raccomandata unicamente la prima pagina della domanda (completa di marca da bollo e firma del legale rappresentante), con allegato il verbale di accordo (o in mancanza la richiesta di consultazione sindacale). Sarà cura dell’ufficio reperire dalla procedura telematica la domanda completa.

  • Le aziende devono presentare la domande in formato cartaceo, a mezzo di raccomandata, entro 20 giorni dall’inizio del periodo di sospensione richiesto (anziché entro la fine del periodo di CIGD come era nelle precedenti linee guida); in caso di mancato rispetto del termine le stesse saranno respinte.

  • Sono stati inoltre definiti gli interventi di politica attiva per i beneficiari di aa.ss. deroga dell’anno 2013:

      • Il lavoratore dovrà recarsi al Centro per l’impiego competente entro 5 giorni dall’effettiva sospensione/riduzione dell’attività lavorativa, anziché entro 48 ore come era previsto in precedenza;

  • I lavoratori, per i quali è previsto il rientro in azienda al termine del periodo di sospensione dal lavoro, sono tenuti ad effettuare solamente la prima informazione ed il rilascio o aggiornamento del libretto formativo.

      • Per i lavoratori, per i quali invece non si preveda il rientro in azienda al termine del periodo di sospensione, restano in vigore le politiche attive previste dalle linee guida approvate con DGR 319/2011. Coloro che rientrano in questa tipologia ma che, a partire dal 01/07/2009, abbiano già effettuato almeno tre interventi di politica attiva oltre alle due azioni obbligatorie, dovranno svolgere solo le due azioni obbligatorie (prima informazione ed il rilascio o aggiornamento del libretto formativo).

  • Per i lavoratori della tipologia B1, prossimi alla pensione, beneficiari del trattamento di mobilità in deroga nell’anno 2013, gli obblighi relativi al percorso di politica attiva si intenderanno assolti con il colloquio di prima informazione.

  • Tutti i lavoratori potranno comunque, su base volontaristica, aderire ad iniziative di politiche attive che gli verranno proposte dalle Amministrazioni Provinciali.

Per consultare le LINEE GUIDA

 

 

Copyright © 2010 Centro per L'impiego della Provincia di Prato | Via Galcianese, 20/f 59100 Prato (PO)
P.IVA 01698270970 DATI SOCIETARI | SMS | WEB CALENDAR | CREDITS
| PEC