Sei qui: Home > In evidenza > Lavorare all’estero per crescere e qualificarsi, al via le borse di mobilità Eures

Lavorare all’estero per crescere e qualificarsi, al via le borse di mobilità Eures

La Regione Toscana  ha approvato e pubblicato il bando per la concessione di borse di mobilità Eures al fine di promuovere l’occupazione e migliorare la qualità e l’efficacia dei servizi per il lavoro attraverso il consolidamento della rete Eures. Destinatari del bando sono i cittadini dell’Unione Europea residenti in Toscana, disoccupati ai sensi del d.lgs. 150/2015 e iscritti a un Centro per l’impiego della Toscana. Il bando prevede il finanziamento di borse Eures per svolgere lavoro o apprendistato (500 euro mensili) o tirocinio (750 euro mensili). La borsa ha un importo massimo 5mila euro, erogati in mensilità, da un minimo di 3 ad un massimo di 6 a seconda della durata dell’attività svolta (lavoro, apprendistato o tirocinio). Oltre alla borsa sono erogate un massimo di 500 euro per spese di viaggio e di 1500 euro per eventuale corso di lingua. Le domande possono essere presentate via pec o interfaccia web Apaci a partire dall’11 maggio 2017.

Per informazioni consultare la pagina: http://www.regione.toscana.it/-/lavorare-all-estero-borse-di-mobilita-professionale-per-disoccupati-o-inattivi